ADD SOME TEXT THROUGH CUSTOMIZER

Male incurabile, muore a 31 anni

Il marito: creeremo un’associazione per studiare questa malattia

 

CORMÒNS. Uccisa a 32 anni dal morbo di Moskovitz. Si tratta di una malattia rara, di cui si sa molto poco. Ciò che purtroppo è certo è che a causa di questo poco conosciuto, ma inesorabile male, è scomparsa ieri pomeriggio la cormonese Francesca Messina. Un lutto che ha gettato la comunità di Cormòns nello sgomento, dato che Francesca si era fatta apprezzare per la disponibilità e il dinamismo nel mondo delle associazioni locali. La giovane donna, casalinga e che aveva compiuto 31 anni lo scorso settembre, si è spenta al Policlinico universitario di Udine a causa dell’aggravarsi delle condizioni in cui versava a causa della malattia che l’aveva colpita poco più di un mese fa.

 

Francesca Messina era conosciuta come «una persona dal cuore d’oro», che con generosità dedicava il suo tempo libero in diverse realtà di volontariato, anche aldilà della parrocchia. In particolare, è stata importante la sua presenza all’interno dell’associazione che riunisce i commercianti del centro collinare, “Cormòns incontriamoci”, in cui suo marito, Carlo Maria Laorenza, era parte attiva. Per questo doloroso lutto, parenti e amici si stringono con affetto alla mamma Marilena e al papà Matteo, al fratello Nicolò, alla suocera Enrica e al suocero Vittorio, oltre naturalmente al marito Carlo Maria.

 

Proprio il marito di Francesca ha espresso il desiderio di creare un’associazione dedicata alla moglie e che si ponga l’obiettivo di studiare e di combattere il morbo di Moskovitz.

 

La famiglia di Francesca Messina intende ringraziare in particolare il personale dell’ospedale udinese, che si è prodigato anche con contatti all’estero, per trovare una soluzione a questa malattia rara.

 

I parenti ringraziano, quindi, quanti vorranno ricordare Francesca non con fiori, ma con un gesto per questa associazione che sarà finalizzata a favorire la ricerca per guarire da questo terribile male oggi tanto incurabile quanto poco conosciuto, oltre che a studiare un’altra malattia rara come il morbo di Still.

 

La data dei funerali non è ancora stata fissata (forse lunedì). (m.b.)